Diageo presenta un nuovo Gin, ed è tutto piemontese

Il mondo della mixology ci ha abituati a mode passeggere più o meno lunghe che coinvolgono distillati, tecniche e persino bicchieri. Qualcuno sostiene che ogni prodotto abbia un suo tempo e che ciò che oggi è sulla cresta dell’onda potrebbe essere dimenticato già domani. La storia è piena di esempi illustri, anche nella miscelazione, ma c’è un distillato che sembra ben avviato a riscrivere le regole: si tratta del Gin. C’è chi lo ritiene la moda del momento, chi invece lo crede già morto, surclassato dai distillati di agave che tanto stanno affermandosi sulla scena italiana e internazionale.

C’è invece chi non può fare a meno di notare come il Gin sia stabilmente presente, spesso in numerose referenze, in tutti i cocktail bar del mondo ormai da diversi anni e che, apparentemente, non sembra intenzionato a cedere il posto a nessuno, anzi. Sono sempre di più infatti le distillerie che sperimentano e creano nuove versioni che vengono sovente accolte con grande entusiasmo dal pubblico e dagli addetti ai lavori. Sarà per la sua versatilità o perché ben si abbina alla maggior parte degli ingredienti accessori di un drink, ma siamo abbastanza certi che anche nel 2020 il Gin dirà la sua. Come noi ne sembra convinta Diageo, azienda leader mondiale nel settore delle bevande alcoliche presente con oltre 200 marchi in altrettanti Paesi di tutto il mondo, che in ottobre ha presentato in anteprima un Gin premium di produzione propria e, soprattutto, completamente piemontese.

La distilleria prescelta per la realizzazione di questo interessante prodotto è Villa Ascenti a Santa Vittoria d’Alba, nelle Langhe, luogo ben noto a Diageo perché “casa” di Lorenzo Rosso, maestro distillatore di grande esperienza che è stato protagonista nello studio e nella realizzazione del nuovo Gin.

Gli ingredienti del nuovo nato di casa Diageo sono un inno alle nostre colline: una Moscato, menta fresca, timo e altre erbe piemontesi che vengono raccolte e distillate poche ore dopo, un vero e proprio sorso di Langhe per un Gin che promette di stupire per caratteristiche organolettiche e qualità.

 

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.