Giardini d’Amore, il laboratorio liquoristico italiano approda nell’alta miscelazione

Li abbiamo conosciuti in occasione della seconda tappa del Mix Contest Italy Tour (Taormina, agosto 2018) e da allora ce ne siamo innamorati, del resto il nome “Giardini d’Amore” vorrà pure dire qualcosa, no? Ci scuserete il gioco di parole forse un po’ banale, ma questa linea di liquori tutta italiana è davvero capace di smuovere i sensi dando vita a qualcosa di molto simile all’amore, per lo meno se, come noi, siete sempre alla ricerca di prodotti con un’anima oltre il packaging. Non che i liquori di Giardini d’Amore difettino in presentazione, questo è certo, perché in un’ottica di coinvolgimento sensoriale completo, le diverse varietà sono poste all’interno di quella che potrebbe tranquillamente essere scambiata per una boccetta di profumo, elegante e senza ombra di dubbio originale.

Ebbene, questa liquoreria siciliana che si è affacciata sulla scena da poco più di tre anni esalta il Mediterraneo e i suoi sapori con prodotti realizzati secondo i criteri artigianali di un tempo, andando a pescare e ripescare quelle eccellenze che da sempre caratterizzano il territorio italiano e non solo. Tra limoni, finocchio selvatico, fichi d’India, liquirizia e tante altre materie prime straordinarie nelle loro espressioni più semplici e naturali, la linea Giardini d’Amore si muove con grazia alla ricerca non solo del gusto ma anche della naturalità del prodotto, con un lavoro che parte dall’ingrediente, passa per la sua lavorazione e arriva nel bicchiere in purezza oppure miscelato.

Ed è qui che Giardini d’Amore ha realizzato nel dicembre del 2018 forse un sogno nel cassetto, cioè quello di entrare ufficialmente nell’alta miscelazione attraverso 1 cocktail list, realizzata da 10 tra i migliori bartender d’Italia (diversi dei quali sono volti già noti ai lettori di MT Magazine), che puntano a valorizzare l’alta liquoreria italiana attraverso i prodotti del laboratorio di Roccalumera, in provincia di Messina.

Una serie di cocktail usciti dalla mente di maestri della miscelazione che puntano, grazie ai prodotti di Giardini d’Amore, a valorizzare nel corso del 2019 la grande tradizione liquoristica italiana, che negli ultimi decenni ha patito, più per moda che per altro, la concorrenza di liquori e distillati esteri ai quali, ci vien da dire, non ha mai avuto proprio nulla da invidiare.

I bartender e i cocktail bar che hanno partecipato, in collaborazione con I Maestri del cocktail, alla creazione della cocktail list Giardini d’Amore sono:

Massimo d’Addezio, Chorus Café, Roma

Diego Ferrari, Rotonda Bistro, Milano

Paolo Sanna, Banana Republic – Roma

Alessandro Antonelli, Lifestyle Hotel, Roma

Luciano Ferlito, Romano Palace Luxury Hotel, Catania

Alfio Liotta, Belmond Villa Sant’Andrea, Messina

Alessandro Melis, Pandenus – Milano

Michele Salerno, Kajiki, Messina

Savini Caffè – Milano

I Maestri del Cocktail

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.