L’editoriale della Direttrice

di LALLA CARELLO

È con orgoglio che guardo a quanto è cresciuta questa guida nell’arco di un solo anno. Siamo partiti nel 2017 da Torino e Milano, due città che per storia e cultura sono da sempre un punto di riferimento per la miscelazione nazionale e internazionale, convinti che il percorso fosse solo all’inizio ma senza un’idea precisa della meta da raggiungere. Volevamo solo raccogliere in una guida di qualità quelle che a nostro giudizio erano e tuttora sono le migliori realtà cittadine in materia di cocktaillerie, e così abbiamo fatto. Il primo numero di MT Magazine è uscito nel giugno del 2017, presentato a Torino durante un grande evento che ha riunito molti dei bartender e delle aziende presenti sul magazine. Il successo che abbiamo ottenuto quella sera è stato fonte d’ispirazione e di profonde riflessioni sul futuro: dovevamo fermarci o provare a pensare in grande, dando nuova ampiezza a una guida che era piaciuta oltre le nostre più rosee previsioni? A quel punto siamo andati a Milano, per presentare il frutto del nostro lavoro al pubblico e ai suoi protagonisti, alcuni dei migliori bartender e cocktail bar della città. Dopo quella serata ci siamo riuniti, abbiamo tirato le somme, messo sul tavolo successi e insuccessi, ci siamo confrontati sui dubbi e sul futuro e siamo arrivati a una conclusione unanime: MT Magazine doveva e poteva crescere ancora. Così abbiamo deciso di portarlo, oltre che di nuovo a Torino e Milano, anche i tre città che come le prime due esprimono i migliori esempi della miscelazione italiana: Bologna, Firenze e Roma. Il magazine si è arricchito nei contenuti e nella qualità, diventando quello che a nostro giudizio è oggi una delle più interessanti guide del settore. Parallelamente abbiamo sviluppato un sito internet che potesse arrivare là dove la guida si fermava per meri motivi di spazio, sfruttando le infinite possibilità del web per dare voce anche a coloro che quest’anno sul cartaceo non ci sono più nell’ottica di un turnover a nostro giudizio doveroso nei confronti del pubblico. Schede dettagliate di ogni cocktail bar e di ogni bartender che è stato oppure è presente sulla guida, possibilità di aggiornare il pubblico in tempo reale su eventi, nuove aperture, arrivi e partenze, informazioni sulle più importanti realtà del beverage mondiale. E adesso? Adesso i dubbi dell’anno scorso sono svaniti e la strada da percorrere è più chiara che mai: crescere ancora e mettersi subito al lavoro per la nuova edizione!

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.