Oggi è la giornata nazionale dell’Irish Coffee

 

Oggi, 25 gennaio, si festeggia la giornata nazionale dell’Irish Coffee. Secondo la leggenda, il cocktail caldo onorato nel giorno del Saint Patrick’s Day e preparato con caffè zuccherato, whisky irlandese e panna nacque a Foynes, una cittadina irlandese nel cui bar del porto e dell’aeroporto veniva servita per riscaldare i passeggeri reduci dalle traversate trans-atlantiche. La tradizione vuole che l’invenzione debba essere attribuita a Mr. Joe Sheridan, chef del ristorante O’Regan, situato di fronte all’aerostazione. Nel 1943, in piena notte, all’aeroporto giunsero passeggeri arrabbiati per la cancellazione del proprio volo e Joe pensò quindi di consolarli preparando quello che sarebbe diventato il primo Irish Coffee della storia.

 

Anche il bizzarro nome sembra da attribuirsi allo stesso Sheridan il quale, alla domanda dei passeggeri se fosse caffè brasiliano, rispose di no e che era “caffè irlandese”. Qualche anno più tardi, nel 1952, all’aeroporto di Shannon, dove nel frattempo l’inventore dell’Irish Coffee si era trasferito, un giornalista di viaggi del San Francisco Chronicle, Santon Deleplane, lo assaggiò e, rimasto entusiasta, decise di importarlo negli Stati Uniti. Qui ne parlò con Jack Koeppler, bartender del Buena Vista Hotel di San Francisco, che riscontrando alcuni problemi a replicare la ricetta per via della panna che non rimaneva in superficie, decise di andare alla fonte per poter veder direttamente la preparazione del cocktail. A questo viaggio seguì la pubblicazione di un’intera pagina di giornale, che aiutò la bevanda a uscire fuori dalle mura aeroportuali nazionali.

 

 

Trattandosi di soli tre ingredienti – fatta eccezione per lo zucchero, rigorosamente di canna, anche se quello originale sembrava essere bianco – è importante che vengano scelti e dosati nel modo migliore, per poterli esaltare al massimo nel risultato finale. Ecco la ricetta IBA.

 

Ingredienti:

  • 50 ml di whisky irlandese
  • 120 ml di caffè caldo
  • 50 ml di panna fresca (refrigerata)
  • 1 cucchiaino di zucchero

Procedimento:

Versare il caffè caldo in un bicchiere da caffè irlandese preriscaldato. Aggiungere il whisky e lo zucchero e mescolare fino a quando non si dissolvono. Versare la panna con cura sul dorso di un cucchiaio tenuto appena sopra la superficie del caffè. Lo strato di crema galleggerà sul caffè senza mescolarsi. Lo zucchero normale può essere sostituito con lo sciroppo di zucchero.

 

Se la preparazione tradizionale è quella che va per la maggiore, è indubbio che il cocktail sia stato negli anni oggetto di numerose rivisitazioni. Nel French Coffee si usa il Cognac o il Calvados al posto del whisky, nell’American Coffee il bourbon, nell’Highland Coffee lo scotch e in Jamaica il rum locale. In Spagna si usa bere il “Cafè Irlandès“, con uno strato di whisky sul fondo, uno di caffè al centro e uno di panna in cima, mentre un’ultima usanza, associata alla bevanda, è quella di aggiungere spezie quali noce moscata e cannella.

Iscriviti alla nostra

newsletter

resta aggiornato.