Share your experience: la nuova drink list del Bulk

I nuovi cocktails in carta da marzo al BULK – il mixology food bar di Giancarlo Morelli all’interno del Design Hotel 5 stelle Viu – sono all’insegna della sostenibilità, del gusto, dell’estetica, della salute e delle contaminazioni gourmet, un’esperienza sensoriale da poter condividere. Ecco perché la nuova drink list è stata intitolata Share Your Experience.

In carta tra le novità non può mancare il celebre e amatissimo Gian Tonic, firmato dallo Chef Giancarlo Morelli e realizzato con Schweppes Tonica Premium. Per realizzare questo cocktail d’eccezione lo Chef ha voluto affidarsi alla qualità selezionando tra i ricercati ingredienti la Premium Tonica Schweppes, un prodotto ben noto a MT Magazine perché già parte della selezione a disposizione dei bartender in gara al Mix Contest Italy Tour. Questo prodotto appartiene alla linea Premium Mixer, creata ad hoc dal bartender spagnolo famoso in tutto il mondo Javier de las Muelas, e dedicata alla mixology.

 

La collezione nasce per soddisfare le esigenze dei drink lovers, grazie al design delle sue bottiglie, agli aromi naturali, al perfetto dosaggio di zucchero e alle sue inimitabili bollicine che rendono la gasatura e il perlage persistenti fino all’ultimo sorso. Nei tre gusti, Tonica Originale, Tonica Pepe Rosa e Tonica Hibiscus sono state concepite proprio per enfatizzare il sapore del distillato conferendo un maggior piacere del palato.

Lo staff del BULK, capitanato dal bar manager Ivan Patruno, ha ideato questa nuova drink list per realizzare momenti di vero gusto – spaziando dal dolce all’amaro, dal fruttato all’aromatico fino allo speziato – creando 20 nuovi cocktails capaci di soddisfare anche la clientela più esigente. 

 

Sostenibilità: nel 2019 le sfide saranno finalizzate alla riduzione dello spreco – anche nel bar – sia sotto l’aspetto alimentare, riutilizzando in modo equilibrato prodotti destinati ad essere scartati (chips di bucce, infusi e sciroppi), sia sotto l’aspetto ambientale, riducendo al massimo l’uso di plastica (utilizzando ad esempio cannucce di carta).

Leggerezza, gusto e salute: sono sempre più richiesti drinks adatti ad ogni momento della giornata, senza dover rinunciare al gusto. I cocktails a ridotto contenuto alcolico permettono ai consumatori di apprezzare meglio le bevande, mantenendo comunque inalterato il sapore. Come nel ristorante, per esaltare maggiormente il gusto di sciroppi e centrifughe, gran parte delle verdure ed erbe utilizzate provengono dall’Azienda Agricola Biologica Bertarello, di cui lo chef è consulente ormai da molti anni.

L’utilizzo, anche nei cocktails, di materie prime di altissimo livello e il ridotto contenuto di calorie, utilizzando soltanto gli zuccheri della frutta, rendono i cocktails del Bulk unici ed inimitabili. 

Estetica e Instagrammabilità: nella realizzazione di un cocktail è spesso richiesta anche l’estetica; un cocktail ben eseguito lo rende anche facilmente condivisibile sui social. Il trend seguito è quello dei cosiddetti “drinkstagrammers”, che tramite i social network hanno reso la mixology accessibile a un pubblico molto più vasto. Nella nuova carta del BULK infatti, per ogni cocktail, sono suggeriti anche gli hashtag e i tag.

I clienti oggi vogliono bere meglio, non necessariamente di più, e sono sempre più spesso alla ricerca di nuove esperienze sensoriali, di sapori originali (spezie, erbe,

contaminazioni con la cucina) e di bevande qualitativamente superiori, non solo spirits ma anche toniche di qualità per la miscelazione.

Il Gian Tonic nasce da un mio viaggio all’estero, fatto circa 12 anni fa.

Conoscevo il gin tonic classico ma desideravo dare alla ricetta originale una spinta in più, un tocco che lo rendesse, almeno al mio palato, più

accattivante.

Al rientro in Italia decisi così di creare un gin tonic che mi rappresentasse. Dopo varie prove trovai quello che per me era l’equilibrio perfetto e, in un

momento di spensieratezza e condivisione con alcuni dei miei ragazzi, arrivò l’idea di dargli un nome che lo rendesse ancora più “mio”, da qui il nome 

Gian Tonic.

La messa a punto, che segue lo stesso concetto alla base della mia cucina, ha portato al Gian Tonic che oggi è amatissimo dai miei clienti: G Vine

Floraison Gin, ginepro, scorza di lime, Schweppes Tonica Premium e bergamotto.

Il rito di preparazione? Ovviamente è top secret!

 

  • – Giancarlo Morelli –

 

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.