Dimmi che Spritz ordini e ti dirò chi sei

Italiani: popolo di santi, poeti e navigatori. Paese unito, ma frammentato in mille dialetti, culture, fedi calcistiche e tradizioni diverse. Solo una cosa ci mette tutti d’accordo: l’aperitivo. Quando scatta l’ora X, che oscilla tra le 18 e le 20, il fatto che sia un giorno feriale o il week end poco importa: sentiamo il bisogno di sederci a un tavolino e sorseggiare un buon cocktail, tendenzialmente uno Spritz.
Ma a pensarci bene, forse, non siamo d’accordo nemmeno su quello. Che Spritz ordinare?
Come quando chiediamo un caffè e il povero barista deve tenere traccia di tutte le nostre bizzarre preferenze – lungo, ristretto, espresso, macchiato caldo, macchiato freddo ecc – così ormai è anche per lo Spritz.
Tralasciando gli ibridi (sì, c’è anche chi ordina inquietanti chimere), sono quattro le versioni più conosciute del famoso coktail:

Aperol Spritz

Che sia perché non esci spesso e non sei proprio un “aperitivista” di professione o perché questo frizzante cocktail arancione ti piace da impazzire, ordini questa versione per andare sul sicuro e non “sbagliare il colpo”. Il suo sapore agrodolce ed equilibrato ti appaga fin dal primo sorso e ti convince ogni giorno di più che berlo è sempre un’ottima idea.

Ecco la ricetta per realizzare un perfetto Aperol Spritz:

1/3 Aperol
1/3 Vino bianco o Prosecco
1/3 Acqua Minerale, Soda o Seltz
Fetta d’arancia (o oliva per i più raffinati)
Da 2 a 6 cubetti di ghiaccio

Bitter Spritz

Bevi il Bitter Spritz perché non ti accontenti di ordinare “quello che prendono gli atri”. Ti piace osare e non ti lasci intimidire dal suo retrogusto amaro. Anzi, questo sanguigno contrasto con il frizzante ti diverte e ogni sorso è una soddisfazione per il palato.

Prepararlo a casa è letteralmente una passeggiata:

1/3 Bitter (il più usato è il Campari)
1/3 Vino bianco o Prosecco
1/3 Acqua Minerale, Soda o Seltz
Fetta di limone o arancia
Da 2 a 6 cubetti di ghiaccio

Cynar Spritz

C’è poi una variante meno conosciuta che solo l’indomito bevitore di Spritz osa approcciare. Ne hai bevuti tanti e non risponderesti mai “il solito” al bartender che prende la tua ordinazione. Ti piace sfidarlo, vedere fino a che punto può arrivare, e lasciarti stupire. Vuoi sperimentare e sei sempre alla ricerca della novità. Significa che il cocktail perfetto per te è il Cynar Spritz!

Per riproporlo in versione casalinga:

1/3 Cynar
1/3 Vino bianco o Prosecco
1/3 Acqua Minerale, Soda o Seltz
Fetta di Limone
Da 2 a 6 cubetti di ghiaccio

Select Spritz

Sei veneto e rivendichi con onore la paternità dello Spritz. Per te ne esiste solo una versione autentica. Se si tratta di ordinarlo non hai dubbi: ordini quello “vero”, ovvero la versione con il Select, e subito ti senti come se fossi seduto ad uno dei tavolini di Piazza San Marco una domenica pomeriggio. Il tuo motto è solo uno: diffidate dalle imitazioni.

Per ricreare la stessa atmosfera:

1/3 Select
1/3 Vino bianco o Prosecco
1/3 Acqua Minerale, Soda o Seltz
Oliva o fetta di Limone
Da 2 a 6 cubetti di ghiaccio

 

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.