Fabbri 1905, l’amore per la mixology che arriva dal passato

Fabbri 1905 è un’azienda sorprendente. Cuore bolognese, cervello internazionale, nel mondo della mixology occupa un posto di primo piano e ha un ruolo attivo su molte iniziative.

D’altronde, non è certo una novità. L’iconica ciliegia al maraschino Fabbri decora da tempi immemori i più famosi cocktail, quali il Manhattan, la Pina Colada, il John Collins, il Mary Pickford e molti altri.

Il Marendry, storico bitter all’amarena che Fabbri 1905 non produceva dagli anni ’70, è oggi di nuovo sul mercato ed è protagonista nel mondo della mixology: basti pensare che l’edizione del 2019 della World Cocktail Championship, che si è tenuta in Cina, ha incoronato vincitore il giovane lettone Andris Reizenbergs che ha trionfato con un cocktail che ha tra i suoi ingredienti proprio il Marendry.

Inoltre, tra gli 88 bartender che hanno partecipato all’importante competizione internazionale, ben 21 hanno scelto di utilizzare prodotti Fabbri 1905 per le loro creazioni.

Per celebrare il centenario della sua famosissima amarena, nel 2015, Fabbri ha ideato il concorso Lady Amarena, una competizione internazionale che è riuscita nell’intento di coinvolgere Paesi – come la Nigeria e gli Emirati – difficili da immaginare legati a un contesto come la mixology e meno che mai, declinata al femminile.

Invece il concorso anno dopo anno cresce, è un vero successo, e ha il grande merito di valorizzare il lavoro delle donne dietro al bancone, che spesso viene ancora visto con un certo sospetto.

L’ultima edizione, svoltasi a ottobre 2019, ha avuto più di 4000 adesioni dai 5 continenti.

Tra le italiane ha spiccato Adriana Firicato, head bartender del Teatro Santa Cecilia di Palermo, che si è aggiudicata il titolo con il suo cocktail “La Lupa”, dedicato alla novella di Verga e alla donna ribelle che ne è protagonista.

Tra le prescelte di tutti i Paesi si è poi tenuta l’ulteriore competizione che ha incoronato la vincitrice mondiale, che in quest’edizione arriva dalla Cina: si chiama Liu Ting Zheng, lavora a Shangai e ha trionfato con un cocktail che ha battezzato “Ciao bella”.

Nella giuria della gara, tutta al femminile, 14 personalità piene di competenza: barladies, imprenditrici, giornaliste, scrittrici, esperte di alimentazione. Tra loro era presente anche Cinzia Ferro, bar manager del Piano 35 di Torino, vincitrice della prima edizione di Lady Amarena nel 2015. Unica eccezione maschile del concorso, il presentatore: il famosissimo Bruno Vanzan, barman inserito nella Top ten mondiale e dal 2018 ambassador della Fabbri 1905.

 

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.