I 5 cocktail più famosi della TV

La fortuna di un cocktail non dipende solo da quanto è buono. Non è mai stato così e mai lo sarà.
Certo, la qualità è di primaria importanza, il bartender o la barlady che lo preparano sono co-protagonisti imprescindibili e poi ci sono loro: gli influencer a loro insaputa.

Sì perché nell’epoca in cui qualsiasi cosa deve essere indossata, provata, approvata dai collezionisti di like su instagram, non tutti si ricordato che gli archetipi degli attuali influencer sono stati per decenni sotto i nostri occhi, influenzandoci in modo forse meno aggressivo ma ugualmente efficace e, talvolta, del tutto inconsapevole.

Gli attori per esempio. Hanno dettato mode, movenze e modi di dire, addirittura hanno ispirato i neogenitori nella scelta dei nomi per i propri figli, con risultati alle volte improbabili, ma chi siamo noi per giudicare? Ebbene, per i cocktail è stato e tuttora è lo stesso, anche se da qualche tempo a questa parte il politically correct fa bere sempre meno sul grande schermo, ma le icone immortali che tanta fortuna hanno portato a drink ormai entrati nell’immaginario collettivo hanno fatto bene il loro lavoro.

Di seguito ve ne proponiamo alcune con i rispettivi cocktail, vediamo quante ne conoscete.

 

Karen Walker, Will & Grace – Martini Cocktail

Cinica, ricchissima, alcolizzata e farmacodipendente. Probabilmente il personaggio migliore della fortunata serie anni ‘90/2000 Will & Grace e uno dei migliori di sempre nell’universo delle sitcom americane. Karen Walker, con il suo sarcasmo tagliente e i suoi freni inibitori inesistenti ha fatto ridere milioni di telespettatori per anni e continua a farlo ancora oggi, epoca in cui forse un personaggio con le sue caratteristiche non potrebbe più esistere per via del politically correct di cui sopra. Già ubriaca di prima mattina, Karen non ha mai espresso in 9 stagioni una particolare preferenza per uno dei suoi “ragazzi”, ma i frequenti richiami al gin e la coppa Martini perennemente in mano tradiscono una certa passione per il classico dei classici: il Martini Cocktail, per la cui preparazione sono necessari:

6 cl Gin
1 cl Vermouth dry

 

Versare tutti gli ingredienti nel mixing glass con ghiaccio. Mescolare bene. Servire in coppa Martini e guarnire con un’oliva.

 

James Bond, 007 Saga – Vodka Martini agitato non mescolato

Ne abbiamo già parlato in un precedente articolo, ma ammettetelo, quante volte avreste voluto avere il coraggio di mettervi uno smoking, trovare un american bar e andare a ordinarlo esattamente come l’agente segreto più famoso del mondo? Forse per paura che il bartender vi tirasse lo shaker, o forse perché il Vodka Martini non vi piace, non l’avete mai fatto, ma questo non toglie nulla alla fama di un cocktail diventato sacro per gli amanti della saga di 007. Intenso, secco, piuttosto alcolico, questa variazione del classico Martini Cocktail è tra le più apprezzate dagli intenditori e da coloro che al Gin preferiscono la Vodka, l’ingrediente principale del drink la cui ricetta è la seguente:

 

6 cl Vodka

1 cl Martini Dry

 

Versare tutti gli ingredienti nel mixing-glass con ghiaccio. Mescolare bene.

Servire in coppa Martini e guarnire con un’oliva.

 

Gabrielle Solis, Desperate Housewives – Margarita

La serie firmata da Marc Cherry è stata campione d’incassi e ha tenuto incollati allo schermo milioni di telespettatori, sia uomini che donne, grazie a una sceneggiatura eccellente, ottimi attori e una messinscena perfetta, seppur volutamente esacerbata, del microcosmo dei quartieri residenziali americani. Protagoniste 4 casalinghe “disperate”, ognuna caratterizzata per dar voce a un certo tipo di donne più o meno disperate ma comunque reali. Una delle protagoniste, Gabrielle Solis, è un’ex modella annoiata e bellissima che ha lasciato le passerelle per sposare un facoltoso uomo d’affari e trascorre le sue giornate, prima in solitudine e poi con le sue nuove amiche, a sorseggiare un cocktail tipico delle sue origini latine: il Margarita.

 

3,5 cl Tequila

2 cl Cointreau

1,5 cl succo di lime spremuto fresco

 

Mettere tutti gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio. Mescolare bene. Servire in coppa Margarita bordata con sale.

 

Don Draper, Mad Men – Old Fashioned

Brillante pubblicitario dal passato burrascoso, Don Draper è il protagonista della fortunata serie Mad Men in cui interpreta un personaggio cinico, nichilista, disilluso dalla vita e soprattutto dall’amore, nonostante la superficie dica tutto il contrario. Una figura d’altri tempi, elegante e complessa, non poteva non essere accompagnata da un cocktail con le stesse caratteristiche, forse uno dei più conosciuti e bevuti nel mondo: l’Old Fashioned. Recentemente eletto il cocktail più bevuto nel 2018, si realizza così:

 

4,5 cl Bourbon o Rye Whiskey

2 gocce di Angostura bitter

1 cubetto di zucchero

1 spruzzata di soda

 

Mettere la zolletta di zucchero nel bicchiere, aromatizzare con l’Angostura e sciogliere con la soda. Versare il ghiaccio e infine il whisky, mescolando leggermente. Aromatizzare strizzando una buccia di limone, decorare con una ciliegina al maraschino.

 

Carrie, Samantha, Charlotte, Miranda, Sex and the City – Cosmopolitan

Loro quattro, le loro storie, i loro amori e… il loro Cosmopolitan hanno fatto la storia delle serie tv. Trovarsi in un bar di New York sperando di incontrarle? Chissà in quanti l’avranno fatto, con l’immancabile Cosmopolitan a reggere il gioco. Carrie, Samantha, Charlotte e Miranda ne hanno bevuto davvero a fiumi durante le 6 stagioni di una delle serie più amate e famose di sempre, annegandovi dolori, celebrandovi gioie e trasformandolo, di fatto, nel cocktail fashion per eccellenza. Come prepararlo? Semplicissimo!

4 cl di vodka

1,5 cl di triple sec

1,5 cl di succo di lime

3 cl di succo di mirtillo

 

Spremere il limone e filtrarne il succo. Versare tutti gli ingredienti in uno shaker, agitare, versare filtrando in una coppa Martini. Guarnire con una fettina di lime.

 

 

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento
  • Aggiungi commento

    Iscriviti alla nostra

    newsletter

    resta aggiornato.